UA-72767483-1

Meno miopia stando di più alla luce del sole

Filed under In evidenza, Lifestyle, Salute

Gli adolescenti e i giovani adulti che passano più tempo all’aria aperta hanno meno probabilità di diventare miopi nel corso della vita, rispetto a quelli che stanno meno tempo all’aria aperta. A dirlo un nuovo studio pubblicato sulla rivista JAMA Ophthalmology.

Dal lavoro è emerso che, i partecipanti a questo studio, che avevano trascorso più tempo esposti ai raggi ultravioletti (UVB)  tra i 14 e i 39 anni avevano avuto meno probabilità di essere miopi a 65 anni, rispetto a quelli che avevano  passato meno tempo esposti alle radiazioni UVB.

Per lo studio, i ricercatori hanno esaminato 371 persone con miopia e 2.797 persone senza miopia che avevano vissuto in vari paesi d’Europa, tra cui la Norvegia, l’Estonia, la Francia, l’Italia, la Grecia, la Spagna e il Regno Unito. I partecipanti avevano 65 anni, in media, al momento dello studio.

I ricercatori hanno esaminato la vista dei partecipanti e hanno raccolto dei campioni di sangue per esaminare i livelli di vitamina D, dato che una ricerca precedente aveva collegato le concentrazioni superiori di vitamina D ad un minor rischio di miopia.

Questi ricercatori hanno anche intervistato i partecipanti, chiedendo cose sul loro livello di istruzione, sulle loro diete e storie mediche, ma anche su quanto tempo erano stati all’aperto dalle 09:00 alle 17:00 da quando avevano 14 anni fino alla loro età attuale.

I ricercatori hanno poi utilizzato le informazioni relative alle storie dei partecipanti sull’esposizione alla luce solare e le loro posizioni geografiche per calcolare i livelli di diversi tipi di lunghezze dell’onda di luce solare all’aperto, tra cui le lunghezze d’onda UVB, a cui i partecipanti erano stati esposti.

E’ emerso che le persone che erano state esposte a livelli elevati di raggi UVB nell’adolescenza e in gioventù avevano avuto meno probabilità di essere miopi a 65 anni rispetto a coloro che erano stati esposti a livelli più bassi di radiazioni UVB.

Tuttavia, a differenza di precedenti ricerche, il nuovo studio non ha trovato un legame tra gli alti livelli di vitamina D e il rischio di sviluppare la miopia.

Il nuovo studio mostra un legame tra gli alti livelli di esposizione alle radiazioni UVB e il minor rischio di miopia, ma non prova che ci sia un rapporto di causa-effetto tra le due cose.

Non è chiaro esattamente perché le radiazioni UVB o l’esposizione ai raggi solari possano essere collegati a un minor rischio di miopia. Tuttavia, una ricerca precedente aveva pensato che la luce solare potrebbe contribuire a stimolare l’attivazione di alcune cellule negli occhi e a modulare un certo tipo di crescita negli occhi che è legata alla miopia.

Sono necessarie, adesso, ulteriori ricerche per valutare la relazione tra l’esposizione delle persone alla luce solare e il loro rischio di miopia.

Potrebbe interessarti anche:

You must be logged in to post a comment Login