I probiotici possono ridurre l’ansia

Filed under In evidenza, Lifestyle, Salute

I comuni probiotici venduti sotto forma di integratori e yogurt possono diminuire l’ansia e i comportamenti legati allo stress, secondo una nuova ricerca.

I disturbi d’ansia sono i più comuni malesseri che riguardano la salute mentale e colpiscono un adulto su tre, a un certo punto della vita, mentre quasi la metà dei pazienti è affetta da depressione.

Il trattamento di questi disturbi è complesso, ma anche la dieta può aiutare. Studiando come i batteri dell’intestino influenzino il comportamento si è giunti a stabilire che anche i probiotici possono influenzare il sistema nervoso centrale negli esseri umani.

“Il nostro studio ha dimostrato che i probiotici semplici che usiamo normalmente per mantenere il nostro apparato digerente in sincronia, potrebbero essere utili per ridurre pure i nostri livelli di stress”, ha detto Aaron Ericsson dall’Università del Missouri, negli Stati Uniti, autore del nuovo studio, apparso su ‘Scientific Reports’.

La ricerca dice che il Lactobacillus plantarum è stato efficace nei pesci stressati, che di solito trascorrono più tempo nella parte inferiore delle vasche. Ma gli animali trattati con probiotici, che presentavano fattori di stress, nello studio hanno trascorso più tempo più vicino alle cime delle loro vasche, mostrando che l’alimentazione aveva influito sul loro stato.

Per lo studio i ricercatori hanno sottoposto i pesci ad alcuni fattori di stress comuni, come quelli ambientali, di sforzo, isolamento e cambiamento. Poi li hanno trattati con probiotici.

Secondo lo studio, i farmaci attualmente usati contro ansia e depressione si concentrano sul cervello, ma ansia e stress, oltre a creare i sintomi neurologici, “sono anche spesso strettamente associati con varie circostanze che interessano l’apparato digerente”, dice la ricerca.

I batteri nell’intestino potrebbero costituire un approccio alternativo al trattamento tradizionale dice lo studio.

I batteri dell’intestino possono essere buoni e cattivi. I batteri buoni dell’intestino possono aiutare la digestione e mantenere l’ecosistema naturale del corpo, forse anche aiutando le persone a perdere peso. I batteri cattivi, tuttavia, possono sconvolgere lo stomaco o addirittura provocare malattie.

Altri studi hanno suggerito che i batteri buoni dell’intestino possono migliorare la salute mentale. In precedenza, ad esempio, era stato trovato che i probiotici potrebbero migliorare l’umore di una persona, che potrebbe in questo modo alleviare l’ansia e la depressione.

Potrebbe interessarti anche:

You must be logged in to post a comment Login