UA-72767483-1

Parkinson: non si deve essere un supereoe per conviverci

Filed under Lifestyle, Salute

Per l’ottavo anno consecutivo si rinnova in tutta Italia l’appuntamento con la Giornata Nazionale Parkinson, promossa dall’Accademia LIMPE-DISMOV (Accademia Italiana per lo Studio della Malattia di Parkinson e i Disturbi del Movimento) e dalla Fondazione LIMPE per il Parkinson ONLUS.

Il prossimo 26 novembre, su tutto il territorio nazionale, si terranno iniziative e incontri di informazione e confronto che coinvolgeranno le oltre 90 strutture locali aderenti, attraverso il supporto di personale medico qualificato.

Alla Giornata Nazionale Parkinson aderiscono anche le Associazioni Pazienti (Parkinson Italia e AIGP Onlus – Associazione Italiana Giovani Parkinsoniani) e  LIGHT OF DAY, Fondazione che organizza in tutto il mondo concerti evento rock folk avvalendosi di big del calibro di Bruce Springsteen e John Rzeznik (Goo Goo Dolls).

In ogni Paese metà dell’incasso dell’evento musicale è devoluto a un’associazione locale che si occupa della malattia.

Per l’Italia è stata scelta la Fondazione LIMPE per il Parkinson ONLUS.

Testimonial della Giornata Nazionale è anche quest’anno il campione olimpico Jury Chechi, che in occasione della conferenza stampa di presentazione tenutasi a Milano lo scorso 10 Novembre ha ribadito l’importanza dell’attività fisica per affrontare la malattia senza subirla passivamente e contenere le disabilità migliorando la propria qualità di vita.

Per tutte le iniziative legate alla Giornata visitare il sito  www.giornataparkinson.it

Le novità e gli aggiornamenti della Giornata possono anche essere seguiti in tempo reale tramite la fanpage di Facebook e l’account Twitter #GNParkinson2016.

NON DEVI ESSERE UN SUPEREROE PER VIVERE CON IL PARKINSON

La conferenza stampa della Giornata Nazionale è stata anche l’occasione per presentare un progetto portato avanti dall’Accademia LIMPE-DISMOV e dalla Fondazione LIMPE per il Parkinson ONLUS in collaborazione con Abbvie: una raccolta di spot per sensibilizzare e informare la gente sui problemi quotidiani di chi soffre di questa malattia che oggi può avere, insieme alle persone che lo circondano e se ne prendono cura, un atteggiamento positivo e una migliore qualità di vita.

I cortometraggi, frutto della selezione di un concorso per video-maker di tutto il mondo, indicano come il messaggio sia stato pienamente recepito dai partecipanti che hanno inviato filmati di grande impatto che saranno certamente apprezzati da tutti pazienti e che chiunque potrà vedere sul sito www.accademialimpedismov.it.

Nell’intera Penisola strutture aperte a tutti per aggiornarsi sulla malattia.

You must be logged in to post a comment Login