Terremoto: a Castelluccio di Norcia la terra si è abbassata di 70 cm

Filed under In evidenza, Notizie

Continuano i disagi e la paura nei paesi dell’Italia centrale colpiti dal terremoto. Nelle Marche, la scossa di domenica mattina, avvenuta intorno alle ore 7.41 (magnitudo 6.5), ha messo in ginocchio molti paesi già duramente colpiti dalle scosse dei giorni precedenti.

Una scossa di tali dimensioni non si registrava da decenni e nelle Marche sono in molti a dire, a memoria d’uomo, di non aver mai avuto esperienza di un terremoto così forte.

Nei paesi sventrati e violati, non solo nelle abitazioni private ma anche nei beni architettonici e storici secolari, palpabile è la disperazione.

Domenica scorsa, l’epicentro del sisma è stato localizzato a 10 chilometri di profondità, a sud-est di Norcia, in Umbria.

Secondo l’INGV, dopo questo sisma, in alcuni posti, come a Castelluccio (Norcia), la terra si è abbassata di 70 cm.

Un precedente terremoto, due mesi fa aveva ucciso 298 persone ad Amatrice.

Il territorio di Accumoli, uno dei centri più danneggiati, aveva subito un abbassamento di livello di 20 cm.

Accumoli e Norcia sono a soli 50 km di distanza.

Il terremoto che aveva colpito prevalentemente Amatrice, il 24 agosto scorso, aveva avuto una magnitudo di 6.0, mentre nella zona di Norcia, in Umbria, il 26 ottobre, c’era stato un forte terremoto di magnitudo di 5.9 che aveva determinato gravi danni anche nelle Marche.

Nella foto, un edificio di Tolentino (Macerata) sventrato dal sisma 

You must be logged in to post a comment Login