La vita media globale è ora di 72 anni

Filed under Esteri, In evidenza, Lifestyle, Notizie, Salute

L’aspettativa di vita globale ora è pari a 72 anni, secondo un nuovo studio pubblicato su ‘The Lancet’. Il progresso è minacciato da un numero crescente di persone che soffrono di gravi problemi di salute legati all’obesità, alla glicemia alta  e all’abuso di alcol e di droga, ha detto lo studio.

Il lavoro si è basato sulle ricerche di oltre 1.800 collaboratori di oltre 120 paesi.

A livello globale, l’aspettativa di vita è aumentata passando da circa 62 anni (1980) a quasi 72 (2015), grazie al miglioramento igienico-sanitario, alle vaccinazioni, alla qualità dell’aria interna e alla nutrizione nei paesi poveri.

Tuttavia, tale progresso è minacciato da un numero crescente di persone che soffrono di gravi problemi di salute legati all’obesità, alla glicemia alta e all’abuso di alcol e di droga.

Lo studio è stato fatto dal Global Burden of Disease 2015 e i risultati sono stati pubblicati su ‘The Lancet’.

Il lavoro ha analizzato 249 cause di morte, 315 malattie e lesioni e 79 fattori di rischio, in 195 paesi e territori, tra il 1990 e il 2015.

Dallo studio è anche emerso che tra il 2005 e il 2015, i tassi di mortalità per HIV / AIDS sono diminuiti del 42 per cento, quelli della malaria del 43 per cento, quelli per complicazioni alla nascita del 30 per cento e per maternità del 29 per cento.

A livello mondiale, tuttavia, 5,8 milioni di bambini sotto i cinque anni sono morti nel 2015, con un calo del 52 cento del numero di decessi sotto i cinque anni a partire dal 1990.

“Negli ultimi 25 anni, ci sono stati importanti e impressionanti progressi nel numero di bambini che sopravvivono oltre i loro quinto compleanno, un traguardo significativo”, ha detto uno degli autori dello studio Haidong Wang, professore dell’Università di Washington a Seattle.

“Purtroppo, molti paesi – soprattutto quelli a basso indice socio-demografico – non hanno fatto tali progressi e c’è la necessità di accelerare il ritmo dell’avanzamento, migliorando la disponibilità dei vaccini,  ampliando l’accesso all’acqua potabile, oltre ad altri interventi”, ha spiegato Wang.

Potrebbe interessarti anche:

You must be logged in to post a comment Login