UA-72767483-1

Fumare può danneggiare permanentemente il DNA 

Filed under In evidenza, Lifestyle, Salute

Fumare può danneggiare permanentemente il DNA  producendo un effetto che potrebbe portare alla proliferazione di malattie pericolose per la vita, secondo un nuovo studio pubblicato su ‘Cardiovascular Genetics’.

I ricercatori dopo un’ampia analisi del genoma del DNA, hanno trovato che il fumo ha un effetto significativo sulla metilazione del DNA, un meccanismo che ha un impatto sull’espressione dei geni, anche anni dopo che un individuo ha smesso di fumare.

Gli autori dello studio fatto nel National Institute of Environmental Health Sciences, in North Carolina (Usa), dicono che, anche dopo qualcuno ha smesso di fumare, ha ancora gli effetti del fumo sul suo DNA.

Gli studiosi hanno trovato che tali effetti sono durati quasi 30 anni. La buona notizia è che quando un fumatore smette con questa abitudine, per lo più i segnali di metilazione del DNA tornano ai livelli normali dopo cinque anni.

Potrebbe interessarti anche:

You must be logged in to post a comment Login