Iperattività, dipendenza da alcol e binge eating influenzati dai geni

Filed under Lifestyle, Salute

Il disordine di iperattività con deficit di attenzione (ADHD) favorisce la dipendenza dall’alcol e il disturbo da alimentazione incontrollata (binge eating), secondo un nuovo studio, il quale ha trovato che sono patologie influenzate dai geni.

Quasi il cinque per cento della popolazione adulta mondiale è affetta da ADHD, ha trovato lo studio, il quale dice che, sia la dipendenza da alcol che il binge eating, sono più comuni negli adulti con ADHD rispetto alla popolazione generale.

La ricerca suggerisce che alcuni individui ereditano una tendenza a sviluppare sia i sintomi dell’ADHD che i disturbi di dipendenza dall’alcol o i disordini alimentari.

Questi problemi devono essere trattati in parallelo, ha detto Andrea Johansson Capusan della Università di Linkoping in Svezia, autore dello studio.

Per la ricerca, gli studiosi hanno esaminato più di 18.000 gemelli di età compresa tra 20 e 46 anni.

Hanno confrontato i gemelli identici, che condividono il 100 per cento dei loro geni, con i gemelli fraterni.

E’ emerso che i gemelli identici crescono nello stesso ambiente, ma sono influenzati da fattori ambientali individuali, quali le malattie e la loro cerchia di amici.

Per i sintomi di ADHD e di dipendenza dall’alcol, il 64 per cento di essi sono spiegabili con fattori genetici comuni.

Anche nel 91 per cento dei casi, l’associazione fra i sintomi dell’ADHD e i disordini alimentari è spiegata da fattori genetici comuni.

Poiché l’ereditarietà gioca un grande ruolo, è importante che l’ADHD sia trattata in una fase iniziale e che siano adottate delle misure per evitare che gli individui sviluppino dipendenza dall’alcol o binge eating più tardi nella vita, hanno detto i ricercatori.

Related posts:

Pillola del giorno dopo inefficace per le donne che pesano più di 80 kg
Il latte materno protegge il bambino dall'obesità
Un selfie per sensibilizzare sulle malattie renali
Evitare il cibo spazzatura con la stimolazione cerebrale
Mangiare meno carne per prevenire l'Alzheimer
Maschi: la sindrome post-orgasmica è sottostimata

You must be logged in to post a comment Login