UA-72767483-1

Per il Presidente delle Filippine Obama è un ‘figlio di pu…..’

Filed under Notizie

Il Presidente delle Filippine, Rodrigo Duterte, ha definito “figlio di puttana” Barack Obama, lunedi, sottolineando che egli non accetta lezioni di diritti umani da parte del Presidente degli Stati Uniti.

La frase è stata pronunciata dopo che si è saputo gli Stati Uniti criticano Duterte sulla guerra contro il traffico di droga, che ha causato 2400 morti in soli due mesi.

“Dovrebbero essere rispettosi. Non sparare domande e affermazioni. Figlio di puttana! Ti maledico in questo forum”, ha detto Duterte prima di imbarcarci per Laos, dove avrebbe dovuto avere un Summit con Barack Obama.

Duterte aveva in programma un incontro bilaterale con Barack Obama, nel pomeriggio di martedì, a margine di una conferenza dei leader mondiali ospitato dall’Associazione delle Nazioni del sud-est asiatico (ASEAN).

“Io sono il Presidente di uno stato sovrano. Chi è lui per me? L’America ha cose di cui rispondere. Ognuno di noi ha un terribile primato di uccisioni extragiudiziali”, ha detto il Presidente delle Filippine, parlando di Obama e degli Usa.

Obama ha reagito alla dichiarazione chiamando “tipo colorito” il Presidente filippino e mettendo in discussione l’utilità della riunione in programma.

Poi, la Casa Bianca ha annunciato che il presidente Barack Obama non incontrerà Rodrigo Duterte, come era stato progettato, durante la visita a Vientiane, in Laos.

All’alba di martedì, anche in Laos, il portavoce del Consiglio di sicurezza nazionale, Ned Price, ha detto che l’incontro tra Obama e Rodrigo Duterte,era stato annullato.

Il Presidente filippino, salito al potere a maggio, ha promesso di uccidere decine di migliaia di criminali al fine di eliminare le droghe illegali nel suo Paese in sei mesi.

Il Capo della polizia filippina incoraggia a uccidere gli spacciatori di droga. Obama, da parte sua, ha detto che Washington riconosce che le droghe sono un problema significativo per le Filippine, ma ha insistito che questo non gli impedisce di avere preoccupazioni per il modo in cui la nuova amministrazione filippina affronta il problema.

Duterte, avvocato 71enne, non è la prima volta che insulta i suoi avversari politici e i capi di stato. Un po’ di tempo fa aveva insultato anche papa Francesco, chiamandolo allo stesso modo di Obama.

Potrebbe interessarti anche:

You must be logged in to post a comment Login