UA-72767483-1

Linux compie 25 anni ed è sempre più vitale

Filed under Tecnologia

Ha 25 anni e non li dimostra. Stiamo parlando del progetto Linux, messo a punto dal programmatore finlandese Linus Torvalds, il 25 agosto 1991.

Quando il programmatore di Linus Torvalds annunciò lo sviluppo di un sistema operativo in un gruppo Usenet disse che si trattava “solo di un hobby”. Oggi il sistema non solo è sempre più agile, snello, confortevole, ma è diventato universale e può essere usato da chiunque gratuitamente e adattato.

Linux viene eseguito sui due terzi di tutti i server Web. Anche il sistema Android degli smartphone è basato su kernel Linux. Funzionano con Linux molti  dispositivi che sono collegati a Internet: TV, e-Reader, apparecchiature di navigazione, telecamere di rete, pompe di benzina, dispositivi di automazione domestica, monitor di  volo e perfino il large Hadron Collider e la stazione spaziale, ISS.

Quando si esegue una ricerca su Google, si usa Linux. Quando si comperano i biglietti della metropolitana, si usa Linux. Tutta la rete Internet è alimentata da Linux.

Linux è una versione del sistema operativo Unix sviluppato da Ken Thompson e Dennis Ritchie nel 1969.

Fu la frustrazione scatenata dai sistemi operativi esistenti, che portò Torvalds a sviluppare il software e installare Minix a posto di Windows su un PC 386 di IBM.

Il programma era basato sul sistema operativo UNIX. Molti sistemi operativi, oggi, tra cui Apple macOS sono basati su delle varianti di UNIX.

La Linux Foundation ha pubblicato un rapporto dettagliato sui 25 anni di Linux, dicendo che circa 13.500 sviluppatori e 1.300 aziende hanno contribuito al kernel Linux.

“Anche dopo 25 anni, Linux è un esempio di come uno sviluppo collaborativo può lavorare e può essere un modello applicabile ad altri progetti open source”, ha detto il direttore esecutivo della Linux Foundation, Jim Zemlin.

Nelle case, nelle scuole e nelle istituzioni con un badget ristretto, il sistema può dare respiro e nuova vita ai vecchi computer, con un bel risparmio di soldi e di rifiuti tecnologici.

You must be logged in to post a comment Login