Malawi: il rito della iniziazione sessuale delle ragazze

Filed under Cultura e Società, Esteri

In alcune aree remote nel sud del Malawi, c’è un rito di passaggio tradizionale per giovani ragazze quando raggiungono la pubertà: devono avere rapporti sessuali con un lavoratore del sesso chiamato “iena”.

Lo ha raccontato Ed Butler, giornalista della BBC, che è andato a incontrare i protagonisti di questa tradizione ancestrale malawiana.

Per gli anziani del villaggio, l’atto non è considerato uno stupro, ma piuttosto come una forma di “pulizia” rituale.

Eric Aniva è uno di questi uomini pagati per fare sesso con le ragazze del suo villaggio, una “Iena” rispettata nella città di Nsanje.

Quaranta anni, due mogli, egli sostiene di aver fatto sesso con 104 donne e ragazze.

Secondo l’usanza, se un uomo muore, la moglie deve avere rapporti sessuali di “pulizia” con la “Iena”, prima di seppellire il marito.

Quando una donna abortisce, anche allora, la tradizione vuole che lei subisca una “pulizia sessuale”.

Per segnare il passaggio dall’infanzia all’età adulta, le adolescenti, dopo le prime mestruazioni, devono avere rapporti sessuali per un periodo di tre giorni con una “Iena”.

Se le ragazze rifiutano il rito, molti credono che delle malattie o disgrazie si abbatteranno sulle loro famiglie o sull’intero villaggio.

Le iene percepiscono tra i 4 e i 7 dollari per ogni ‘pulizia’ effettuata.

Eric Aniva ha cinque figli, ma non è certo che questa cifra sia corretta. Le donne che egli ha “ripulito” potrebbero essere rimaste incinte, a sua insaputa.

Secondo la consuetudine, il sesso con una “Iena” mai deve essere protetto mediante l’uso di un preservativo.

Molto spesso, c’è una correlazione tra questo rituale e la diffusione dell’HIV/AIDS nella regione.

Eric Aniva ha ammesso di aver contratto la malattia.

A seguito dell’intervista rilasciata alla BBC Eric Aniva è stato arresto martedì 26 luglio 2016.

Potrebbe interessarti anche:

You must be logged in to post a comment Login