Curare la depressione con l’attivazione comportamentale

Filed under Lifestyle, Salute

Un nuovo studio ha suggerito che una psicoterapia semplice e poco costosa nota come attivazione comportamentale (BA), può trattare la depressione negli adulti così come la psicoterapia cognitivo-comportamentale (CBT).

Con le lunghe liste di attesa e l’accesso limitato ai servizi, molte persone che hanno bisogno di CBT per la depressione non possono ottenere il trattamento. Lo studio suggerisce che la terapia di attivazione comportamentale può essere fatta da operatori della salute mentale junior, con un notevole risparmio per il servizio sanitario nazionale e per altri servizi sanitari.

“I nostri risultati contestano la posizione dominante della CBT come la principale terapia psicologica per la depressione”, ha detto l’autore dello studio David Richards dall’Università di Exeter, in UK.

“L’attivazione comportamentale – ha aggiunto – dovrebbe essere in prima linea nel trattamento per la depressione nel Regno Unito e ha un enorme potenziale in tutto il mondo”.

Per lo studio inglese sono stati reclutati 440 adulti con depressione in tre aree dell’Inghilterra. I partecipanti sono stati assegnati a caso e hanno ricevuto alcuni un massimo di 20 sedute di attivazione comportamentale ((Behavioral activation) con operatori della salute mentale junior (221 partecipanti) e altri della CBT con esperti terapisti di psicologia (219).

Il Professor Richards, nello studio  pubblicato sulla rivista The Lancet dice: “i nostri risultati indicano che servizi sanitari in tutto il mondo, sia ricchi che poveri, potrebbero ridurre il bisogno di formazione professionale, i tempi di attesa e aumentare la disponibilità di terapie psicologiche” con l’attivazione comportamentale.

La tecnica è un trattamento esterno che si concentra su come aiutare le persone con depressione a cambiare il loro modo di agire. I terapisti aiutano le persone a cercare e sperimentare situazioni più positive nella loro vita. Il trattamento inoltre aiuta le persone a affrontare situazioni difficili, ha spiegato Richards.

L’attivazione comportamentale agisce sul contesto piuttosto che su fattori interni, quali le Cognizioni.

Al contrario, la CBT (Cognitive-Behavioural Therapy) agisce simultaneamente sui Comportamenti e sulle Cognizioni, nella convinzione che vi sia una profonda interconnessione tra le emozioni, i pensieri e i comportamenti.

Potrebbe interessarti anche:

You must be logged in to post a comment Login