L’alcool causa direttamente sette forme di cancro

Filed under Lifestyle, Salute

Un nuovo allarme sull’uso e l’abuso di alcol giunge da uno studio fatto nell’Università di Otago, in Nuova Zelanda.

E’ emerso da questo lavoro che l’alcol ha un ruolo nello sviluppo del cancro al seno, al colon, al fegato e in altri tipi di cancro.

Lo studio, pubblicato sulla rivista scientifica Addiction, conclude che vi è più che un semplicemente collegamento o un’associazione statistica tra alcol e cancro e che bere è una causa diretta della malattia.

La brutta notizia è che bere fa male anche alle persone che consumano una bassa o moderata quantità di alcol.

Secondo Jennie Connor, del reparto di medicina preventiva e sociale dell’Università di Otago in Nuova Zelanda, autore dello studio, l’alcool può causare il cancro dell’orofaringe, della laringe, dell’esofago, del fegato, del colon, del retto e del seno.

C’è anche una crescente evidenza che l’alcool possa anche causare tumori alla pelle, alla prostata e al pancreas, ha detto l’esperto.

Il rischio di un bevitore aumenta in relazione alla quantità consumata, ha spiegato Connor, che è arrivato alle sue conclusioni dopo aver studiato i lavori fatti negli ultimi 10 anni da enti autorevoli sull’argomento.

I politici dovrebbero iniziare altre campagne di educazione al fine di affrontare la pubblica diffusa ignoranza riguardo a come alcool e cancro siano collegati, ha detto Connor

Lo studio ha inoltre trovato che le persone che fumano e bevono sono a maggiore rischio delle altre.

Dalla ricerca è emerso pure che l’alcol ha causato circa mezzo milione di morti per cancro in un anno nel mondo, il 5,8% di tutti i decessi per tumore a livello globale.

Rispetto alle non bevitrici, le donne che regolarmente hanno consumato due bicchieri di alcol al giorno hanno avuto un rischio di cancro al seno e di morire per tumore del 16 per cento maggiore.

Coloro che avevano bevuto regolarmente 5 bicchieri di bevande alcoliche al giorno avevano avuto il 40% di rischio in più di sviluppare il cancro.

Potrebbe interessarti anche:

You must be logged in to post a comment Login