Malattia di Alzheimer: uno spettacolo, una linea verde

Filed under Cultura e Società, Salute

Forse in molti non lo sanno, ma esiste anche una linea verde gratuita per la Malattia di Alzheimer.

Il 12 luglio, alle ore 21,00, andrà in scena al Teatro Manzoni di Milano lo spettacolo di beneficienza “I need you”, liberamente ispirato al musical “The Blues Brothers”, che vedrà protagonisti i dipendenti della sede di Milano di Mylan, una delle aziende farmaceutiche leader a livello mondiale, che, per la seconda volta nel giro di due anni, affrontano il palco con impegno e dedizione a favore di una causa importante.

Dopo il successo dello spettacolo Mamma Mia del 2014, Mylan porta in scena, di fronte a circa 1000 persone, il suo “I need you” per raccogliere fondi a favore di AIMA, l’Associazione Italiana Malattia di Alzheimer, da trent’anni impegnata ad aiutare i malati di Alzheimer e le loro famiglie. Il titolo è il ritornello della canzone più famosa del noto musical e rappresenta il principio cardine della beneficenza. Per i malati di Alzheimer è una condizione reale, perché il bisogno di avere persone vicine è di primaria importanza.

Alzheimer: la necessità di un supporto quotidiano
In Italia, l’Alzheimer colpisce circa 600.000 persone, con circa 70.000 nuovi casi l’anno. La caratteristica della malattia di Alzheimer, unita al costante aumento del numero di anziani tipico della nostra epoca, è causa di una grande espansione della malattia e motiva lo sforzo compiuto da Mylan.
Mylan ha “messo il cuore” per aiutare AIMA a realizzare un progetto concreto: migliorare l’efficacia della Linea Verde Alzheimer, il servizio telefonico che va in soccorso dei malati di Alzheimer, mettendo a disposizione i migliori esperti in materia. I fondi ricavati dal musical verranno impiegati, infatti, per incrementare le finestre orarie dedicate al servizio. Un obiettivo raggiungibile ed estremamente importante.
La Linea Verde Alzheimer è un servizio gratuito nazionale che AIMA fornisce alle famiglie colpite dalla malattia, e agli operatori di qualsiasi livello, per rispondere a tutti i quesiti sull’argomento. Attivata nel 1997, ha risposto mediamente a 10.000 telefonate l’anno per un totale di circa 1500 ore di telefonate effettive.

Potrebbe interessarti anche:

You must be logged in to post a comment Login