Lavoratori mentalmente migliori se l’ambiente è ideale

Filed under Lifestyle, Salute

Uno studio americano ha trovato che chi lavora in un ambiente non stimolante e impuro va incontro a deterioramento cognitivo, a lungo termine.

Il nuovo studio fatto dai ricercatori della Florida State University ha esaminato i problemi di salute e la qualità della vita nei luoghi di lavoro.

Lo studio ha raccolto i dati di 4.963 adulti di età compresa tra 32 e 84 anni.

I ricercatori hanno considerato il quadro delle competenze dei lavoratori e la loro capacità di svolgere compiti, gestire il tempo e la concentrazione, chiedendo anche di ricordare delle esperienze passate.

I risultati del lavoro hanno mostrato che i dipendenti che avevano imparato nuove cose e avevano affrontato varie sfide avevano una migliore prestazione cognitiva, specialmente se donne o anziani.

Lo studio ha mostrato anche che uomini e donne che erano in posti di lavoro che li esponeva a un ambiente insalubre sperimentavano maggiore declino mentale.

I ricercatori dicono che sono nocivi ambienti in cui circolano sostanze chimiche, muffe e troppo rumore.

Da qui l’importanza di creare posti di lavoro che coinvolgano i lavoratori nel processo decisionale. E anche se il declino mentale è normale nell’invecchiamento, la funzione cognitiva beneficia di esercizi di stimolazione del cervello nel lungo termine, come pure un ambiente sano che viene pulito regolarmente.

Lo studio è stato pubblicato nel ‘Journal of Occupational and Environmental Medicine’.

Potrebbe interessarti anche:

You must be logged in to post a comment Login