Il caffè non provoca il cancro, è l’alta temperatura a essere nociva

Filed under Lifestyle, Salute

Sospettato a lungo di causare il cancro della vescica, il caffè è stato rimosso dall’elenco degli agenti cancerogeni, in seguito adun riesame della letteratura scientifica.

Sulla lista dei prodotti  “possibilmente cancerogeni”, da 25 anni, ora, 23 esperti indipendenti di IARC hanno tolto dalla lista nera la bevanda, alla luce delle nuove scoperte scientifiche e di più di 1000 studi fatti sugli esseri umani e sugli animali.

Gli esperti dicono che non c’è “alcuna prova conclusiva di un effetto cancerogeno” del caffè.

IARC dice che il caffè, anzi, protegge dal rischio di cancro e ha un effetto positivo contro alcuni tipi di cancro, come quello del fegato e dell’utero.

Anche l’Agenzia europea per la salute (EFSA) a maggio 2015 aveva detto che il caffè “non presenta alcun problema di sicurezza per la popolazione in generale che è in buona salute”.

Anche il mate se è assunto freddo o a temperature “non molto alte” non è cancerogeno, secondo gli studi epidemiologici e gli esperimenti fatti sugli animali.

La temperatura della bevanda, però, è messa in discussione.

I risultati dello studio “indicano che il consumo di bevande calde è una causa probabile del cancro dell’esofago ed è la temperatura, piuttosto che la bevanda stessa, a essere nociva, ha detto Christopher Wild, direttore di IARC.

Studi condotti in Cina, Iran, Turchia e paesi del Sud America, dove il tè o il mate sono tradizionalmente bevuti molto caldi (a circa 70 ° C), hanno dimostrato che il rischio di cancro esofageo aumenta con la temperatura della bevanda.

Il caffè una delle bevande più ampiamente consumate nel mondo, era stato considerato “possibilmente cancerogeno”, dall’Agenzia internazionale per ricerca sul cancro (IARC).

Potrebbe interessarti anche:

You must be logged in to post a comment Login