L’inquinamento atmosferico può provocare infarto e ictus

Filed under Lifestyle, Salute

L’inquinamento atmosferico può essere un fattore di rischio per l’infarto in tutto il mondo. Lo dice un nuovo fatto nella Auckland University of Technology, in Nuova Zelanda, che ha puntato il dito contro l’inquinamento atmosferico ambientale e domestico, trovando che esso, adesso, è il principale fattore di rischio per l’ictus.

I risultati dello studio hanno mostrato che circa un terzo (29,2 per cento) della disabilità globale connessa con l’ictus, come la perdita della vista, della parola, la paralisi e lo stato confusionale, è legata all’inquinamento atmosferico.

Per lo studio, pubblicato sulla rivista The Lancet Neurology, il team ha utilizzato i dati di 188 paesi relativi al periodo 1990-2013.

E’ emerso che il rischio di ictus è particolarmente elevato nei paesi in via di sviluppo (il 33,7 per cento contro il 10,2 per cento dei paesi sviluppati).

I ricercatori hanno detto dal 1990 al 2013, l’ictus connesso con l’inquinamento atmosferico ambientale ha mostrato un aumento di oltre il 33% in tutto il mondo.

Il fumo di seconda mano, invece, ha visto un calo del 31 per cento nello stesso periodo.

Oltre il 90 per cento degli ictus è stato causato da fattori di rischio modificabili di cui il 74 per cento di relativi a fattori di rischio comportamentali come il fumo, la dieta e la scarsa attività fisica.

“Controllare questi fattori di rischio potrebbe prevenire circa i tre quarti degli ictus in tutto il mondo,” ha detto Valery L Feigin, che ha diretto lo studio.

Oltre all’inquinamento atmosferico, i rischi ambientali, l fumo di tabacco, l’ipertensione arteriosa e i rischi dietetici sono altri fattori di rischio per l’ictus soprattutto nei paesi in via di sviluppo.

L’inquinamento dell’aria in casa è un importante fattore di rischio per l’ictus nell’Africa sub-sahariana centrale, occidentale e orientale, nonché nell’Asia del sud.

Ogni anno, circa 15 milioni persone nel mondo hanno un ictus. Alta pressione sanguigna, dieta con poca frutta e verdura, grande massa corporea, dieta ad alto contenuto di sodio, fumo, inquinamento ambientale, inquinamento domestico da combustibili solidi, dieta povera di cereali integrali, zuccheri nel sangue sono i principali fattori di rischio per l’ictus.

Potrebbe interessarti anche:

You must be logged in to post a comment Login