UA-72767483-1

Il vero padre di Carla Bruni in un’autobiografia

Filed under Cultura e Società, In evidenza

Che Carla Bruni non fosse figlia legittima di quello che credeva suo padre, lo si sapeva da quando, nel 2008, il genitore naturale l’aveva rivelato pubblicamente.

Ora esce in Francia l’autobiografia della madre dell’ex first lady di Francia. Marisa Bruni-Tedeschi, che in un libro dedicato alle figlie (Mie care figlie) rivela la sua relazione con il suo  giovane amante, il padre biologico della ex first lady francese.

Marisa Bruni-Tedeschi, si rivolge direttamente a Carla e sua sorella Valeria, nell’autobiografia. In uno dei capitoli del libro, racconta senza mezzi termini l’amore per il bel Maurizio, che allora aveva 19 anni, mentre lei. di anni ne aveva 35.

Una lunga relazione taciuta, ma di cui, a Torino, in molti sapevano.

Carla Bruni, solo più tardi, seppe che colui che l’aveva cresciuta non era il suo vero padre e conobbe l’identità del suo genitore biologico.

Da parte sua, il padre naturale di Carla Bruni aveva rivelato pubblicamente la cosa nel 2008. Maurizio Remmert, ora quasi settantenne, raccontò di aver avuto una lunga storia con la madre di Carla.

L’uomo, che ora abita a San Paolo, da 32 anni, ai tempi viveva Torino e aveva conosciuto Marisa Tedeschi nell’ambiente musicale della città. Lei era pianista. Alberto, suo marito, era imprenditore e compositore.

Maurizio, aveva suonato molto tempo con Marisa e aveva vissuto con lei una grande storia d’amore, durata sei anni.

Quando nacque Carla, nel 1967, non venne rivelato chi fosse il suo vero padre e il marito di Marisa quando è morto sapeva da tanto tempo di non essere il vero padre della ragazza, anche se aveva sempre trattato Carla come sua legittima figlia.

Marisa aveva svelato a Carla chi era il suo vero padre quando il marito si era ammalato gravemente. Interrogata dai giornali francesi su come Carla abbia vissuto la cosa, la pianista ha risposto che fondamentalmente, c’è sempre un po ‘di risentimento.

Mi dispiace di non aver parlato con lei, ma in quelle famiglie, non si parlava di certa roba”, ha detto Marisa prima di aggiungere.” Un giorno, quando venne a sapere che l’uomo che l’aveva cresciuta non era il padre, le ho detto: “non lamentarti, hai due padri”.

Su Nicolas Sarkozy, Marisa  ha detto che in lui ci sono due persone: quella di famiglia e quella politica.

In famiglia, Sarko è squisito. E l’uomo di casa e risolve ogni problema”, ha continuato la Tedeschi.

Potrebbe interessarti anche:

You must be logged in to post a comment Login