Il fruttosio fa male al cervello

Filed under Lifestyle, Salute

‘Fa’ che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo’, aveva detto Ippocrate, che non era proprio l’ultimo, dato che è considerato il padre della medicina.

Che la nutrizione giochi un ruolo significativo nel metabolismo, nella salute del cervello e nei disturbi psichiatrici, lo ha dimostrato anche un nuovo studio.

I ricercatori dell’Università della California, hanno  trovato che il consumo del fruttosio colpisce i geni che controllano la memoria e l’apprendimento, come pure quelli che si riferiscono al rischio di diabete, di malattia cardiovascolare e di malattia di Alzheimer.

Lo studio, pubblicato su ‘The Lancet’ e ‘Cell’, ha anche trovato che l’acido grasso omega-3 conosciuto come acido docosaesaenoico, o DHA, annulla gli effetti negativi del fruttosio.

Per esplorare gli effetti del fruttosio, usato come dolcificante in una varietà di alimenti e bevande, e del DHA sulla salute, i ricercatori hanno studiato le conseguenze di questi alimenti su tre gruppi di ratti.

Al primo gruppo hanno dato acqua addizionata con fruttosio, corrispondente a un litro di bevanda analcolica al giorno. Al secondo gruppo i ricercatori hanno dato acqua e fruttosio, ma alimentando gli animali con una dieta ad alto-DHA, mentre il terzo gruppo ha bevuto solo acqua normale, senza fruttosio e senza DHA.

I ratti addestrati a correre attraverso un labirinto, dopo sei settimane di dieta, nello studio, hanno mostrato che il gruppo alimentato con fruttosio era due volte più lento a trovare la strada. I ratti alimentati con DHA e i ratti del terzo gruppo percorrevano, invece, il labirinto con circa la stessa velocità. Questo risultato ha suggerito ai ricercatori che il DHA annulla gli effetti negativi del fruttosio.

I ratti alimentati con una dieta ad alto contenuto di fruttosio avevano, rispetto agli altri due gruppi, più alta glicemia, maggiori trigliceridi e più alti livelli di insulina: fattori che aumentano significativamente il rischio di obesità, diabete e altre malattie.

Cibi ricchi di DHA sono il salmone e altri pesci grassi, le noci, i semi di lino, la frutta e la verdura.

Il fruttosio raffinato e aggiunto è nocivo, ma non così quello che è presente naturalmente nella frutta, perché la fibra e altri nutrienti benefici ne rallentano l’assorbimento e contrastano i suoi effetti negativi.

Cibi dolci, come dessert, torte, cioccolato e altri dolciumi, bevande zuccherate, come quelle gassate o energizzanti, contengono grandi quantità di fruttosio aggiunto.

Potrebbe interessarti anche:

You must be logged in to post a comment Login