Anche il primo rapporto dipende dai geni, il DNA influenza la vita sessuale

Filed under Lifestyle, Salute

Non solo pubertà, menopausa e altre componenti sessuali biologiche: anche l’epoca in cui uno ha il primo rapporto sessuale è in parte dipendente dai geni. Se il DNA non determina quando si perde la verginità, esso può svolgere un ruolo più importante nella vita sessuale, di quanto si pensasse.

Un nuovo studio ha identificato 38 punti specifici nel genoma umano che sembrano essere associati con l’età in cui le persone fanno sesso per la prima volta. Questi punti riguardano una serie di geni, tra cui alcuni che sembrano influenzare la tempistica della pubertà e altri che sono collegati con i comportamenti a rischio.

Complessivamente, l’influenza di queste varianti del DNA incide per circa un quarto, secondo uno studio pubblicato sulla rivista ‘Nature Genetics’. Fattori ambientali e culturali, insieme alle scelte individuali, spiegano il resto, secondo gli autori dello studio.

“Mentre i fattori sociali e culturali sono chiaramente rilevanti, anche l’età del primo rapporto sessuale è influenzata dai geni”, ha detto John Perry, ricercatore dell’Università di Cambridge in Inghilterra, autore dello studio.

Perry e i suoi colleghi hanno individuato questi 38 pezzi di DNA, su 125.000 contributori della biobanca UK. Ognuno di questi volontari (fra i 40 e i 69 anni) ha fornito un campione di sangue per l’analisi genetica. Essi hanno inoltre riferito a quanti anni avevano perso la loro verginità.

Trentatre varianti sono state trovate negli uomini e nelle donne, anche se a volte in misura diversa, quattro sono state individuate nei soli uomini e una nelle sole donne.

I ricercatori hanno poi testato quelle stesse varianti genetiche in due altri grandi gruppi di persone per avere la conferma dei loro risultati: l’analisi ha confermato tutte le 38 varianti.

I ricercatori inoltre hanno notato che l’influenza del DNA sull’età in cui si perde la verginità è rimasta stabille, con l’ereditarietà che influisce per circa il 26% – 28%.

Altre varianti hanno dato negli individui esaminati il 26% meno probabilità di qualificarsi per l’ammissione a un college e un 33% di probabilità in più di iniziare a fumare.Quindi, anche essere più o meno adatti a frequentare un college o essere più o meno propensi al fumo, per circa un quarto, dipende dai geni.

Potrebbe interessarti anche:

You must be logged in to post a comment Login