Colesterolo: il Repatha, quando le statine sono insopportabili

Filed under In evidenza, Lifestyle, Salute

Un nuovo farmaco può ridurre drasticamente i livelli di colesterolo cattivo senza gli effetti collaterali delle statine, prese giornalmente da più di 7 milioni di persone.

Il prodotto si chiama Repatha e potrebbe costituire un’ alternativa ai noti farmaci che proteggerebbero dall’ictus e dall’infarto, messi a punto nel 1980.

Nel corso di sei mesi la cura con il Repatha ha portato a un significativo abbassamento del colesterolo ‘cattivo’ (LDL) rispetto alle altre alternative esistenti, secondo i risultati di uno studio, presentati alla conferenza dell’American College of Cardiology di Chicago.

Le statine espongono a dolori muscolari e al diabete. Gli esperti sperano che il Repatha possa aiutare coloro che non tollerano gli effetti collaterali di questo farmaco.

Scrivendo nella rivista medica JAMA, i ricercatori hanno detto che i pazienti con intolleranza muscolare correlata alle statine spesso si rifiutano di prendere le queste medicine, malgrado i loro livelli elevati di colesterolo LDL e un alto rischio di eventi cardiovascolari maggiori.

Presentando i risultati del loro studio alla conferenza a Chicago, i ricercatori hanno detto di aver fatto uno studio su 218 pazienti somministrando sia il Repatha che l’Ezetimibe, altro farmaco capace di inibire selettivamente l’assorbimento intestinale del colesterolo assunto con la dieta oltre a quello biliare.

Hanno trovato che dopo 24 settimane i pazienti che avevano preso il Repatha avevano diminuito i livelli di colesterolo LDL del 52,8%, rispetto a un calo del 16,7 per cento, ottenuto con l’Ezetimibe.

Tra i pazienti trattati col Repatha, solo il 13 per cento aveva riferito dolore muscolare, e solo uno aveva sospeso il trattamento perché era intollerante.

Il Repatha, o Evolocumab si basa su un anticorpo monoclonale progettato per ridurre i livelli del colesterolo nel sangue.

Il farmaco rimuove il colesterolo ‘cattivo’ bloccando la proteina PCSK9, che interferisce con la capacità del fegato di eliminare il colesterolo dal sangue.

Prodotto da Amgen, il Repatha è stato approvato come trattamento sicuro ed efficace negli Usa e in Europa, la scorsa estate.

Secondo altri ricercatori, però, il Repatha, ha, a sua volta, degli effetti collaterali, come il comune raffreddore, nel 5 per cento dei pazienti, le infezioni della gola, nel 3 per cento dei casi, e il mal di schiena sempre nel 3 per cento delle assunzioni.

Inoltre il PCSK9 inibitore non è dimostrato che possa proteggere dalle malattie cardiache.

Potrebbe interessarti anche:

You must be logged in to post a comment Login