L’esercito siriano ha ripreso il controllo di Palmira

Filed under Esteri, Notizie

L’esercito siriano, supportato dall’alleato russo, ha ripreso domenica il controllo totale dell’antica città di Palmira. Si è trattato di una vittoria strategica e simbolica per il regime di Bashar al-Assad.

L’esercito, supportato dall’aviazione e anche dalle forze speciali russe, come dagli Hezbollah in Libano, ha lanciato il 7 marzo un’offensiva a Palmira, conquistata dal maggio 2015 dall’Isis, con tutte le sue antiche rovine, classificate patrimonio dell’Unesco.

Secondo i militari, i combattenti dell’Isis si sono ritirati a Sokhne (est di Palmira), Raqa’i e Deir Ezzor, i loro feudi nel nord e nell’est della Siria.

Secondo l’Osservatorio siriano dei diritti umani (OSDH), “almeno 400 jihadisti dell’Isis sono stati uccisi dall’inizio dell’offensiva”.

L’Isis è anche il bersaglio di una grande offensiva da parte dell’esercito iracheno, che cerca di riprendere la roccaforte di Mosul, la seconda città del paese.

Le grandi potenze sono determinate a porre fine all’Isis, il gruppo che ha anche rivendicato i recenti attacchi di Bruxelles, quattro mesi dopo aver rivendicato quelli di Parigi.

A Palmira, il gruppo jihadista ha anche distrutto i templi e i reperti più belli.

Prima dell’inizio del conflitto in Siria nel 2011, più di 150.000 turisti visitavano questa oasi nel deserto che si trova a 210 km da Damasco.

(Fonte Afp)

Potrebbe interessarti anche:

Print Friendly

You must be logged in to post a comment Login