VINO E CIOCCOLATA PER DIMAGRIRE IN ALLEGRIA

Filed under Lifestyle

vino_cioccolatoAlimenti come la pastasciutta, i condimenti, i formaggi, i dolci, la cioccolata e bevande come il vino e la birra sono in genere banditi in tutte le diete ipocaloriche (dimagranti) sia per la loro elevata densità energetica, sia per l’errata convinzione che non apportino nutrienti importanti.

Rinunciare a certi alimenti, a volte, è impossibile per la comparsa di una voglia irrefrenabile di gustarli. Spesso questo desiderio, che può essere rivolto al dolce, alla pasta o ad altri cibi, rappresenta un messaggio dettato da necessità biochimiche, che il nostro organismo ci trasmette e che noi abbiamo il dovere di ascoltare.

Quindi è consigliabile cedere alle tentazioni, anche nel corso di una dieta dimagrante.

Ecco una dieta ipocalorica tipo di circa 1200 calorie, che può essere seguita da soggetti adulti sani obesi o in sovrappeso.

Di seguito ci sono anche alcuni esempi per modificarla utilizzando alternative diverse e sicuramente al di fuori degli usuali schemi dietologici.

Ognuno avrà la possibilità di sostituire i “classici pasti” con alimenti diversi e gratificanti, sulla base delle preferenze e dei gusti personali, senza alterare in modo significativo l’apporto calorico globale della dieta ed il rapporto tra i nutrienti energetici.

Dieta ipocalorica di circa 1200 calorie

Colazione:

g 100 di latte 1,8% (parzialmente scremato), caffè a piacere, un cucchiaino di zucchero oppure un the con due cucchiaini di zucchero; quattro fette biscottate.

Metà mattina:

una mela o una pera o un kiwi o una arancia o due mandarini o una banana piccola da g 100 o g 200 di ananas.

Pranzo:

Non primo piatto. Secondo piatto: un uovo sodo o alla coque o in camicia o una confezione da g 80 di tonno sott’olio sgocciolato o g 50 di prosciutto cotto o crudo sgrassato o g 50 di speck o di bresaola o un hamburger da g 100 o 4-5 bastoncini di pesce (cotti al forno) o g 60 di formaggio light. Contorno: g 250/300 di verdure; non utilizzare come contorno patate e legumi. Olio: un cucchiaino extravergine di oliva (g 5 circa). Pane: g 40 o un pacchetto di crackers da g 25.

Pomeriggio:

una mela o una pera o un kiwi o una arancia o due mandarini o una banana piccola da g 100 o g 200 di ananas.

Cena:

Non primo piatto. Secondo piatto: g 120 di vitella o di vitellone o di manzo magro o g 150 di petto di pollo o una coscia di pollo con sovraccoscia senza pelle o g 130 di tacchino o g 130 di suino magro o g 130 di coniglio o g 130/150 (peso netto) di pesce surgelato o g 220/250 di pesce fresco (peso lordo) o g 50 di legumi secchi o g 150 di legumi freschi.

Pomeriggio:

una mela o una pera o un kiwi o una arancia o due mandarini o una banana piccola da g 100 o g 200 di ananas.

Cena:

Non primo piatto.
Secondo piatto: g 120 di vitella o di vitellone o di manzo magro o g 150 di petto di pollo o una coscia di pollo con sovraccoscia senza pelle o g 130 di tacchino o g 130 di suino magro o g 130 di coniglio o g 130/150 (peso netto) di pesce surgelato o g 220/250 di pesce fresco (peso lordo) o g 50 di legumi secchi o g 150 di legumi freschi.
Contorno: g 250/300 di verdure; non utilizzare come contorno patate e legumi.
Olio: due cucchiaini extravergine di oliva (g 10 circa).
Pane: g 40 o un pacchetto di crackers da g 25 o g 150 di patate.
Frutta: una mela o una pera o una banana piccola da g 100 o un’arancia o g 200 di ananas.

Le alternative vincenti di una dieta dimagrante

Colazione:

Un cappuccino o un the con un cucchiaino di zucchero ed un cornetto semplice (brioche) o una merendina confezionata a piacere.

Pranzo:

g 150 di pizza al taglio della varietà più gradita

Oppure:
g 80 di pane con
salame o mortadella o formaggio g 40.

Oppure:
g 80 di pane con
g 40 di cioccolata o con una vaschetta da g 25 di Nutella o con
due cucchiai di marmellata.

Oppure:
g 80 di pizza bianca con
una vaschetta da g 25 di Nutella.

Oppure:
Due paste a piacere (bignè, diplomatici, cannoli, etc.).

Oppure:
Un cono gelato di tipo artigianale o il gelato industriale confezionato che più piace.

Pomeriggio:

una barretta da g 20 di cioccolata o una pasta a piacere o g 20 di qualsiasi tipo di biscotti.

Cena:

Primo piatto: a piacere (pasta e patate, riso e legumi, lasagne, pasta alle vongole, etc.), g 250, pesato dopo averlo cotto e condito.
Un bicchiere di vino, preferibilmente rosso.

Oppure:
Primo piatto: a piacere (pasta e patate, riso e legumi, lasagne, pasta alle vongole, etc.), g 200, pesato dopo averlo cotto e condito.
Una porzione piccola di dolce.
Un bicchiere di vino, preferibilmente rosso.

Oppure:
Secondo piatto: a piacere a base di carne o di pesce cucinato e condito nel modo più gradito; evitare alimenti fritti e carni insaccate.
Contorno: g 250/300 di verdure; non utilizzare come contorno patate e legumi.
Olio per il contorno: un cucchiaino
extravergine di oliva (g 5 circa).
Pane: g 30.
Un bicchiere di vino, preferibilmente rosso.

Oppure:
Secondo piatto: una porzione a piacere a base di carne o di pesce, cucinato e condito nel modo più gradito; evitare alimenti fritti e carni insaccate.
Una porzione di dolce.
Un bicchiere di vino, preferibilmente rosso.

Le patate ed i legumi non devono essere consumati come contorno in quanto la loro densità calorica è più elevata rispetto alle verdure. Per le loro caratteristiche nutrizionali le patate si possono consumare in sostituzione del pane ed i legumi in sostituzione del secondo piatto.

Cucinare il primo piatto secondo le abitudini alimentari familiari; porre il proprio piatto sulla bilancia per fare la tara ed aggiungere 250 g della pietanza precedentemente preparata.

Elaborata da Martina Comuzzi (Dietista diplomata presso l’Ospedale Carlo Forlanini di Roma) e Pietro Antonio Migliaccio (Libero Docente in Sc. Alimentazione dell’Università di Roma
Medico Nutrizionista – Dietologo
Auxologo Specialista in gastroenterologia).

(Fonte WEB)

Related posts:

Il latte materno protegge il bambino dall'obesità
Individuata nel cervello l'area che regola il dolore
Gli ultrasuoni potranno curare la malattia di Alzheimer
Resistenza agli antibiotici: l'Italia è tra i paesi europei più colpiti
Le patatine fritte contengono l'acrilamide, ma non tutte nella stessa quantità
Fare movimento contrasta il diabete mellito

You must be logged in to post a comment Login