Ecco perché le donne perdono meno peso degli uomini

Filed under In evidenza, Lifestyle, Salute

I ricercatori dell’Università di Aberdeen, a Cambridge, in Gran Bretagna, e del Michigan, negli Stati Uniti, hanno trovato che il comportamento di un ormone, nel cervello, rende più difficile la perdita di peso nelle donne.

Nel loro studio, i ricercatori sono riusciti a far perdere peso a dei topi sedentari maschi gravemente obesi che avevano mangiato molto, ma non ai topi femmina.

“Abbiamo trovato che una regione del cervello è responsabile non solo dell’appetito, ma anche del modo in cui vengono utilizzate le calorie e lavora in modo diverso nelle donne e negli uomini”, ha detto il dottor Luk Burke, uno degli autori dello studio, pubblicato sulla rivista ‘Molecular Metabolism’.

Gli ormoni, ben noti, chiamati pro-opiomelanocortina (POMC), responsabili della regolazione dell’appetito, dell’attività fisica, del dispendio energetico e del peso non rispondono allo stesso modo nelle donne e negli uomini, secondo lo studio.

I ricercatori hanno scoperto che questi ormoni, nei topi, erano in grado di moderare l’appetito nelle femmine, ma non avevano effetto sull’energia bruciata e sull’attività fisica.

Gli attuali trattamenti per l’obesità sono in grado di agire sull’appetito delle donne, ma non sulle regioni del cervello che controllano l’attività fisica e il dispendio di calorie.

Ecco perché le donne hanno più difficoltà a perdere peso e lo riacquistano più facilmente, secondo gli autori dello studio, che sperano di inventare nuovi trattamenti per combattere l’obesità.

Fino ad ora, il sesso di un paziente non è stato un fattore determinante nella gestione della malattia, che secondo l’OMS, nelle donne è fino a due volte superiore che negli uomini, in certe regioni del mondo.

Related posts:

Guardare la TV 3 ore al giorno raddoppia il rischio di morte
Ictus più frequenti nelle persone istruite che hanno vuoti di memoria
L'esercizio fisico attenua gli effetti dell'invecchiamento
Gli integratori di vitamina D sono inutili nelle donne in menopausa
Carne rossa e cancro: B. Lorenzin invita a non creare allarmismi
Maggior rischio di depressione in chi ha avuto un ictus

You must be logged in to post a comment Login