La ketamina può curare la depressione causata dall’eccesso di cibo

Filed under Lifestyle, Salute

Alcuni ricercatori hanno trovato il modo per curare la depressione che si sviluppa a causa dell’eccesso di cibo.

La ketamina, utilizzata come anestetico inverte gli effetti della depressione nei ratti alimentati con una dieta ricca di grassi e potrebbe combattere anche la depressione sinaptica e cronica negli individui che hanno danni da stress.

L’eccesso di cibo cronico e lo stress sono legati a un aumento del rischio di depressione e ansia, secondo i risultati di uno studio pubblicato sulla rivista medica ‘Neuropharmacology’.

I ricercatori della Yale University (USA) hanno spiegato perché questo accade e hanno suggerito una possibile soluzione.

Nello studio, essi hanno scoperto che una dieta ricca di grassi influenza il comportamento dei ratti. Dopo quattro mesi di un regime a base di grassi, nei ratti si era modificato il percorso coinvolto nel metabolismo e la plasticità sinaptica si era interrotta, così i ratti presentavano i sintomi della depressione e dell’ansia.

“Gli effetti di una dieta ricca di grassi e quelli di uno stress cronico potrebbero essere un fattore di rischio per la depressione, così come per le malattie metaboliche come il diabete di tipo 2”, ha detto Ronald Duman, professore di psichiatria e neurobiologia autore principale dello studio.

Gli scienziati della Yale hanno dimostrato che la ketamina, conosciuta anche come “Special K”, può rapidamente ridurre in modo significativo i sintomi della depressione cronica nei ratti alimentati con una dieta ricca di grassi e nei pazienti resistenti agli antidepressivi.

Da anestetico veterinario a potente allucinogeno e miracoloso antidepressivo, ora la ketamina, tramite un complesso molecolare chiamato mTOR pare sia capace di regolare la sintesi delle proteine ​​coinvolte nella creazione di connessioni sinaptiche nel cervello che sono danneggiate dallo stress e dalla depressione.

La sostanza, inoltre, pare che la sostanza faccia effetto nel giro di poche ore, anziché dopo settimane come accade con le normali terapie farmacologiche.

Se i risultati di questo studio sono incoraggianti, Ronald Duman dice che sono necessari ancora degli studi per valutare gli effetti della ketamina sul metabolismo e trovare il dosaggio corretto per curare la depressione.

You must be logged in to post a comment Login