UA-72767483-1

L’obesità si combatterà con piani basati sui dati genetici

Filed under Lifestyle, Salute

Non solo dieta. Per la perdita di peso è importante il genoma, per questo ben presto gli operatori sanitari e gli esperti raccomanderanno piani di dieta personalizzati per chi è in sovrappeso e obeso.

Secondo un articolo pubblicato sulla rivista Obesity, le persone in sovrappeso e obese potrebbero presto ricevere dagli esperti una dieta e un piano di attività fisica, specificamente progettati per loro in base ai loro dati genetici.

Tali piani dieta ed esercizio fisico personalizzati potranno portare a una rivoluzione nella perdita di peso, ma sono necessari migliori strumenti di analisi per scoprire le relazioni tra la genetica, il comportamento di una persona e le malattie legate al peso.

Molly Bray, un genetista e professore di scienze nutrizionali dell’Università del Texas a Austin, ha guidato un gruppo di lavoro sull’obesità, perché crede che il problema ormai sia affrontare in modo genetico.

Secondo gli esperti, si potrà arrivare in soli cinque anni a creare dei piani personalizzati per la perdita di peso.

In futuro, i pazienti potranno avere raccomandazioni specifiche per raggiungere il loro obiettivo di perdita di peso, calcolate al computer con un algoritmo, con dei campioni per il sequenziamento del gene e utilizzando sensori per raccogliere informazioni sul fattori quali ambiente, dieta, attività e stress .

Bray dice che il sequenziamento del genoma, ora, potrà costare di meno, come monitorare in tempo reale il comportamento delle persone e dell’ambiente, con strumenti portatili, come il Fitbit.

“Siamo abbastanza bravi ad aiutare le persone a perdere peso nel breve termine”, ha affermato Bray. “Ma le statistiche sulla perdita di peso a lungo termine sono piuttosto tristi. Noi ancora non abbiamo capito molto bene il processo di riacquisizione del peso, sia dal punto di vista del comportamento che da un punto di vista biologico”.

Gli scienziati hanno scoperto alcune delle basi genetiche per le malattie legate al peso, come l’esistenza di un gene che sembra impedisca la produzione dell’energia dal cibo che è immagazzinata come grasso piuttosto che essere bruciata.

Dice Bray che ci sono geni coinvolti nell’obesità che interagiscono tra loro in modi complicati.

Potrebbe interessarti anche:

You must be logged in to post a comment Login