UA-72767483-1

La melagrana protegge dai disturbi neurologici e dall’Alzheimer

Filed under Lifestyle, Salute

Mangiare melograni regolarmente protegge dai disturbi neurologici come il morbo di Alzheimer, secondo uno studio americano pubblicato sulla rivista ACS Chemical Neuroscience.

I melograni hanno proprietà antinfiammatorie, sono antiossidanti e anti-cancro e questo si sapeva già. Un nuovo studio ha trovato che essi hanno anche un effetto anti-invecchiamento che può proteggere i nostri neuroni.

L’ultimo studio dell’American Chemical Society ha rivelato che questo frutto asiatico con piccoli semi rossi traslucidi potrebbe svolgere un ruolo importante nella prevenzione e nel trattamento della malattia di Alzheimer. I ricercatori hanno evidenziato l’azione antinfiammatoria e neuroprotettiva del composto chiamato Urolitina.

Questi agenti protettivi sono prodotti quando gli i polifenoli presenti nei melograni sono metabolizzati dai batteri intestinali.

I ricercatori hanno osservato in vitro che l’ Urolitina abbassa i livelli della proteina beta-amiloide, che è responsabile della formazione di grumi tossici tra i neuroni associati con la malattia di Alzheimer.

Il team di chimici ha cercato di capire come i composti di melograno siano stati in grado di attraversare la barriera emato-encefalica che protegge il cervello e prevenire la formazione di queste proteine ​​nocive.

Il team ha isolato e identificato 21 composti, la maggior parte dei quali erano polifenoli, dall’estratto di melograno. Questi polifenoli non hanno potuto attraversare la barriera emato-encefalica, ma alcuni dei loro metaboliti, come l’ Urolitina, erano in grado di farlo.

Il ruolo benefico svolto dall’ Urolitina è stato dimostrato in diverse ricerche precedenti, in particolare nella prevenzione di alcuni tumori (del colon, della mammella e della prostata) e nel riduzione del colesterolo e dei livelli di trigliceridi nel sangue.

Per godere dei benefici per la salute del melograno, è meglio utilizzare la frutta fresca. È possibile estrarre il succo premendo delicatamente il frutto intero come fosse un’arancia o di un limone (i semi di frutta contengono il succo).

Il succo di melagrana è disponibile in commercio, ma dovrebbe essere al 100% di frutta, senza l’aggiunta di zuccheri.

You must be logged in to post a comment Login