Leasing per la prima casa: ci sarebbero anche gli over 35

Filed under Italia, Notizie, Opinioni

C’è una generazione dimenticata oggi in Italia costituita da quelli che hanno superato i 35 anni, che giovani non sono più, ma che in molti casi non hanno avuto niente, se non contratti precari.

Sono persone, che spesso, per ovvi motivi non hanno potuto comperare una casa, né sposarsi e mettere su famiglia.

A questa gente che ha morso la vita qua e là senza avere nulla, o quasi, nessuno pensa.

Prendiamo la nuova Legge di stabilità. Essa prevede un leasing per la prima casa, ma solo, pare, per gli under 35.

In pratica, con un contratto di “locazione finanziaria, come dice Il Sole 24Ore, la banca o l’intermediario «si obbligano» ad acquistare o far costruire l’immobile, su scelta e indicazione del soggetto utilizzatore. Che lo può utilizzare per un periodo di tempo e con il pagamento di un canone (che deve tener conto del prezzo di acquisto o di costruzione e della durata del contratto). Alla scadenza del contratto l’utilizzatore ha la facoltà di acquistare la proprietà dell’immobile a un prezzo prefissato scontando il canone versato. Per gli under 35 con redditi sotto i 55mila euro sono deducibili ai fini Irpef nella misura del 19% il canone fino 8mila euro l’anno e il riscatto finale fino a quota 20mila euro”.

E per coloro che attualmente hanno tra i 35 e i 45 anni, vittime di un periodo di legislazione scriteriata sul lavoro, nessuno pensa?

Già, il fondo di garanzia per i mutui prima casa prevede che l’erogazione ci sia solo per chi ha meno di 35 anni.

Da tenere presente che per quest’ultimo non prevede neanche limiti di reddito dei mutuatari. Per la serie, se sei ricco e hai meno di 35 anni puoi usufruire di questo fondo. Per i poveri che non hanno lavoro stabile, né una casa, né una famiglia…nulla.

Sono le solite ingiustizie di un’Italia che misconosce l’esistenza di una generazione dimenticata da tutti, che non ha avuto e non avrà nulla, a causa delle cattive politiche in materia di lavoro e di legislazione sociale.

Potrebbe interessarti anche:

You must be logged in to post a comment Login