UA-72767483-1

Il Papa a Nairobi: conflitto e terrorismo nascono dalla povertà

Filed under Notizie

E’ iniziato il viaggio del Papa in Africa, il Pontefice è atterrato in Kenya, accolto dalle autorità del Paese.

“Violenza, conflitto e terrorismo si alimentano con paura e disperazione” che “nascono da povertà e frustrazione”, ha detto il Papa nel suo primo discorso a Nairobi, in Kenya, di fronte al presidente Uhruru Kenyatta e alle altre autorità.

“La lotta contro questi nemici della pace e della prosperità – ha osservato ancora – deve essere portata avanti da uomini e donne che, senza paura, credono nei grandi valori spirituali e politici che hanno ispirato la nascita” del Kenya.

E’ un viaggio quello di papa Francesco che desta preoccupazione per l’insicurezza politica e il rischio attentati.

Alle preoccupazioni sui possibili attacchi contro di lui, Papa Francesco ha risposto con il suo tipico umorismo dicendo che “più delle persone” gli “fanno paura le zanzare”.

Durante il volo diretto a Kenya, prima tappa di un tour che porterà il Pontefice anche in Uganda e nella Repubblica Centrafricana, Bergoglio ha detto scherzando ai giornalisti di stare attenti in questo primo viaggio in Africa e di mettere lo spray anti-zanzare.

Sull’aereo in Pontefice come al solito ha salutato, uno ad uno, i giornalisti e i cameramen, tra cui c’erano quattro keniani.

Il Pontefice era partito mercoledì da Roma alle 7.30, diretto a Nairobi.

Gli 007 francesi avevano ripetutamente avvertito il Vaticano del rischio altissimo a cui si stava esponendo il Pontefice andando in questi tre paesi dove c’è violenza e instabilità politica.

Bergoglio, oltretutto, ha anche deciso di anticipare l’inizio del Giubileo della Misericordia aprendo la Porta Santa il 29 novembre, nella cattedrale di Bangui, una settimana prima rispetto all’apertura della porta di San Pietro, l’8 dicembre prossimo.

Questo richiamerà gente nella Repubblica Centrafricana ponendo ancora maggiori problemi di sicurezza.

(Ansa e Agi tra le fonti. Foto da citizentv.co.ke)

You must be logged in to post a comment Login