Dieta mediterranea: il cervello invecchia 5 anni dopo

Filed under Varie

Chi segue la dieta mediterranea perde meno cellule cerebrali a causa dell’invecchiamento, secondo un nuovo studio pubblicato su Neurology, il giornale medico dell’’American Academy of Neurology.

Lo studio, fatto su 674 persone con un’età media di 80 anni, che non avevano problemi di demenza, ha trovato che le persone le quali avevano seguito la dieta mediterranea avevano un più grande volume del cervello rispetto alle persone che non l’avevano seguita.

La differenza tra i due gruppi era equivalente a cinque anni di invecchiamento.

“Le persone possono potenzialmente impedire il restringimento del loro cervello e gli effetti dell’invecchiamento semplicemente seguendo una dieta sana”, ha detto l’autore Studio Yian Gu, studioso della Columbia University di New York e membro dell’Accademia americana di neurologia.

La dieta mediterranea consiste nell’alta assunzione di verdure, legumi, frutta, cereali, pesce e grassi monoinsaturi, come l’olio di oliva, nonché nel basso apporto di acidi grassi saturi, limitando l’uso di latticini, di carne e pollame e di alcool.

Per il loro studio i ricercatori hanno sottoposto i partecipanti a dei questionari sulla loro dieta, lo scorso anno, e a delle scansioni del cervello, in media ogni sette mesi. I partecipanti erano stati divisi in due gruppi in base alle loro abitudini alimentari.

Potrebbe interessarti anche:

You must be logged in to post a comment Login