UA-72767483-1

L’inquinamento atmosferico è responsabile di oltre 3 milioni di morti

Filed under Lifestyle, Salute

L’inquinamento atmosferico sarebbe responsabile di più di 3 milioni di morti premature, secondo uno studio pubblicato dalla rivista scientifica britannica Nature. Gli scienziati dicono che, se non cambierà nulla in relazione alla qualità dell’aria, ci saranno 6,6 milioni di morti in più entro il 2050.

Questi 3 milioni di morti che si verificano in modo anomalo sono essenzialmente il risultato dell’ozono e delle polveri sottili, secondo i ricercatori dell’Istituto tedesco Max Planck i quali hanno trovato che 5 persone su 10.000 ogni anno nel mondo soccombono a causa dell’inquinamento atmosferico.

Su 5 vittime, 2 muoiono di un incidente vascolare cerebrale, 1.6 per un attacco di cuore, mentre altri hanno malattie respiratorie, compreso il cancro del polmone.

L’aria inquinata ha ucciso 3,3 milioni di persone nel 2010 secondo i calcoli degli scienziati del Max Planck. La Cina e India sono i paesi più colpiti.

Il riscaldamento e le modalità di cottura sono più spesso la fonte delle sostanze inquinanti in Cina e in India. Negli Stati Uniti, come in altri paesi industrializzati, le morti premature sono legate alle emissioni nocive legate alla produzione di energia o al traffico automobilistico.

You must be logged in to post a comment Login