UA-72767483-1

La proteina che ripara il cuore dopo un infarto

Filed under Lifestyle, Salute

Una proteina può rigenerare il tessuto cardiaco umano dopo un attacco di cuore. Si tratta della proteina Fstl1, che è normalmente espressa nella zona epicardica del cuore.

Ora, è stato dimostrato che si può indurre la sua rigenerazione dopo un attacco di cuore.

Molte persone sopravvivono agli attacchi di cuore, l’evento di solito lascia danni permanenti al tessuto muscolare e all’interno del cuore. Il danno causato ha le sue conseguenze e porta ad effetti come l’insufficienza cardiaca, cinque-sei anni dopo l’attacco iniziale.

“I trattamenti non si curano di questo problema fondamentale”, ha detto il dottor Pilar Ruiz-Lozano, professore alla Stanford University, “di conseguenza progressivamente molti pazienti perdono la funzione del cuore, sviluppando prima disabilità sempre più gravi, fino alla morte.

In uno studio condotto per anni da anni team internazionale di ricercatori, sono stati applicati dei cerotti imbevuti di Fstl1, sui cuori di topi e di maiali. Nel complesso, la patch ha dimostrato di favorire la crescita delle cellule sane. Queste cellule hanno portato il cuore ad avere meno cicatrici e il cuore degli animali ha ripreso una funzione quasi normale molto presto dopo la procedura.

Nei cuori sono cresciuti nuovi nuovi vasi sanguigni oltre a delle cellule muscolari nuove, mentre gli organi pompavano in modo più efficace, nel complesso.

Gli attacchi di cuore avevano causato una caduta del flusso di sangue nel ventricolo sinistro del cuore dei maiali dal 50 per cento al 30. Tuttavia, una volta impiantata la patch i cuori erano tornati al tasso normale del 40 per cento.

I ricercatori dell’Università di Stanford, che hanno descritto i risultati dello studio sulla rivista Nature stimano di poter effettuare la sperimentazione umana intorno al 2017.

You must be logged in to post a comment Login