UA-72767483-1

Le scorte anti-veleno stanno per finire, appello MSF

Filed under Lifestyle, Salute

Le scorte anti-veleno stanno per finire e in Africa migliaia di persone continueranno a morire a causa dei morsi dei serpenti, a meno che la comunità di salute globale non si adoperi per garantire il trattamento anti-veleno e lo renda disponibile.

A dirlo, l’Organizzazione medica internazionale di medici senza frontiere (MSF) in un simposio che ha avuto luogo a Basilea, in Svizzera. martedì, 8 settembre.

Il morso di serpente ancora rimane una delle emergenze sanitarie più trascurate del mondo che provoca innumerevoli morti.

Ogni anno, circa 5 milioni di persone in tutto il mondo sono morse dai serpenti, determinando 100.000 morti 400.000 disabili permanenti o sfigurati. Nella sola Africa subsahariana, ogni anno 30.000 persone muoiono per i morsi di serpente e altre 8.000 subiscono delle amputazioni. Purtroppo, il numero delle vittime è destinato ad aumentare poiché le scorte esistenti di uno dei più efficaci anti-veleni per l’Africa sub-sahariana scadranno a giugno 2016.

Fav-Afrique, prodotto dalla ditta farmaceutica francese Sanofi, è l’unico anti-veleno sicuro ed efficace per il trattamento dei morsi di diversi tipi di serpenti in tutta l’Africa sub-sahariana. Ci sono alcuni prodotti anti-veleno alternativi, ma l’efficacia e la sicurezza non sono state ancora correttamente valutate. Sanofi ha cessato la produzione della Fav-Afrique nel 2014 e l’ultima scorta scadrà nel giugno 2016. Nessun prodotto sostitutivo sarà disponibile per almeno altri due anni.

MSF invita la comunità globale, i donatori, i governi e le aziende farmaceutiche a intraprendere un’azione immediata, appropriata e collaborativa, per far fronte a questo problema sanitario.

You must be logged in to post a comment Login