Annullare un matrimonio ora sarà facile: precedura breve e gratuita

Filed under Cultura e Società, Notizie

Sono state presentate ieri in una conferenza stampa in Vaticano le riforme attuate da papa Francesco, in particolare quella che riguarda la revisione dell’annullamento del matrimonio.

Il Pontefice ha introdotto una serie di modifiche alla legge ecclesiastica, mirate a semplificare, razionalizzare l’operato che finora aveva fatto capo alla Sacra Rota.

In due decreti papali, due lettere “motu proprio”, come si dice nel gergo ecclesiastico (‘Mitis Iudex Dominus Iesus’, per le Chiese orientali, e ‘Mitis et misericors Iesus’, per le chiese occidentali), il Pontefice ha stabilito che sarà necessaria una sola fase per raggiungere l’esecutività della nullità di un matrimonio, stabilita, da un giudice unico, il sacerdote, che agisce sotto la responsabilità del vescovo. I vescovi di ciascuna diocesi,saranno dei giudici in molti casi. E gli arcivescovi, i capi delle chiese metropolitane, saranno i primi a ricevere gli appelli.

In precedenza, dopo la ricognizione dell’invalidità di un matrimonio, un secondo giudice doveva esaminare tutti i documenti e dare il proprio verdetto prima che i coniugi fossero liberi dal vincolo sacramentale.

I tempi per annullare un matrimonio, ora, dunque, saranno più brevi, anche in caso di processo ordinario, che dovrà concludersi entro un anno, al massimo.

Riconoscere la nullità di un matrimonio significa stabilire che a causa di un difetto esistente fin dall’inizio il vero matrimonio non è mai esistito.

In questo modo, gli ex coniugi possono risposarsi religiosamente, mentre la Chiesa rifiuta il divorzio e considera un secondo matrimonio civile come un tradimento alla vera coppia.

Già, nel mese di gennaio, Jorge Bergoglio aveva detto che l’annullamento del matrimonio da parte della Sacra Rota, veniva percepito spesso come troppo lungo e stancante.

Inoltre, il Pontefice aveva più volte detto di desiderare che la procedura fosse gratuita. Con la riforma voluta da papa Francesco, ora annullare un matrimonio non sarà più un procedimento oneroso, ma gratuito.

Potrebbe interessarti anche:

You must be logged in to post a comment Login