UA-72767483-1

Torna il grande caldo: oggi 5 città da “bollino rosso”

Filed under Lifestyle, Salute

Ritorna l’ondata di caldo che aveva dato un po’ di tregua nei giorni scorsi. Oggi, saranno 5 le città da “bollino rosso”, secondo il Ministero della Salute, ossia con ondata di calore a rischio per la salute anche di soggetti sani.

In queste città, tra cui Bolzano, Campobasso, Latina, Palermo e Perugia, la temperatura percepita, per via dell’umidità, sarà di circa 40 gradi.

Mercoledì 15 città saranno bollenti, tra cui Firenze, Roma, Torino, oltre alle 5 di oggi.

Saranno 9 invece le città da “bollino arancione”, con condizioni di rischio per anziani, malati cronici e bambini: Bologna, Brescia, Civitavecchia, Frosinone, Genova, Milano, Rieti, Verona e Viterbo.

Dato il caldo intenso in arrivo, vale la pena di rileggere i consigli diramati dal Sistema nazionale di previsione allarme ondate di calore del Ministero della Salute.

E’ utile sapere che anche quest’anno come ogni estate ha preso il via a inizio giugno il Sistema di allarme dislocato in 27 città italiane, che consente di individuare, dal lunedì al venerdì, per ogni specifica area urbana, le condizioni meteo-climatiche che possono avere un impatto significativo sulla salute dei soggetti vulnerabili (anziani, malati cronici, bambini, donne in gravidanza).

Per combattere le ondate di calore, il Ministero della Salute ha raccolto 10 semplici consigli, che sono questi:

1. Uscire di casa nelle ore meno calde della giornata

2. Indossare un abbigliamento adeguato e leggero

3. Rinfrescare l’ambiente domestico e di lavoro

4. Ridurre la temperatura corporea

6. Bere con regolarità ed alimentarsi in maniera corretta

4. Mangiare preferibilmente cibi leggeri e con alto contenuto di acqua (frutta e verdura)

7. Adottare alcune precauzioni se si esce in macchina

8. Conservare correttamente i farmaci

9. Adottare precauzioni particolari se si è a rischio

10. Sorvegliare e prendersi cura delle persone a rischio

Per i dettagli si rimanda allo stesso decalogo del Ministero della salute.

You must be logged in to post a comment Login