Controproducente l’attacco hacker promesso ai jihadisti

Filed under Tecnologia

Un gruppo di hacker attivisti di Anonymous prevede, per vendetta, di attaccare i jihadisti su Internet in risposta all’aggressione del 7 gennaio operata nei confronti del giornale satirico francese “Charlie Hebdo”.

Con un comunicato diffuso venerdì, è stata annunciata “una reazione massiccia e frontale” da parte di questi hacker, “perché – dicono gli hacker – la battaglia per la difesa di queste libertà è la base stessa del nostro movimento”.

In un video postato su YouTube, il gruppo di hacker ha detto che vuole tenere traccia dei siti Web e delle reti sociali legate ai terroristi e oscurale, chiudendo i relativi account.

Il video dice di essere un messaggio per “al Qaeda, per lo stato islamico e per altri terroristi”.

Secondo gli esperti informatici, però, questi attacchi potrebbero essere controproducenti e interferire con il lavoro degli investigatori

Related posts:

Ara: lo smartphone modulare raggiungerà 6 miliardi di persone
La "principessa" di Google pagata per hackerare
I siti web sono più di un miliardo
Microsoft e Cyanogen per una nuova versione di Android
E' in arrivo WhatsApp per il computer (forse )
Arriva il cloud made in Italy

You must be logged in to post a comment Login