Controproducente l’attacco hacker promesso ai jihadisti

Filed under Tecnologia

Un gruppo di hacker attivisti di Anonymous prevede, per vendetta, di attaccare i jihadisti su Internet in risposta all’aggressione del 7 gennaio operata nei confronti del giornale satirico francese “Charlie Hebdo”.

Con un comunicato diffuso venerdì, è stata annunciata “una reazione massiccia e frontale” da parte di questi hacker, “perché – dicono gli hacker – la battaglia per la difesa di queste libertà è la base stessa del nostro movimento”.

In un video postato su YouTube, il gruppo di hacker ha detto che vuole tenere traccia dei siti Web e delle reti sociali legate ai terroristi e oscurale, chiudendo i relativi account.

Il video dice di essere un messaggio per “al Qaeda, per lo stato islamico e per altri terroristi”.

Secondo gli esperti informatici, però, questi attacchi potrebbero essere controproducenti e interferire con il lavoro degli investigatori

Related posts:

Winamp scomparirà dal 20 dicembre
Angela Merkel vuole un Web europeo
Il virus Camaleonte che attacca le reti wifi
Google Glass sempre più belli, grazie ad accordo con Luxottica
Muki, la tazzina da caffè che trasforma il calore in energia
Le finestre al grafene che catturano l'energia dal sole

You must be logged in to post a comment Login