Twitter: i governi fanno sempre più pressione per avere i dati degli utenti

Filed under Tecnologia

Twitter in una sua relazione sulla trasparenza ha comunicato di aver ricevuto sempre maggiori richieste da parte dei governi su dati degli utenti, nonché quasi 10.000 richieste per violazione di copyright per il sito di micro-blogging e Vine.

Sono giunte a Twitter 883 richieste di dati, di cui 100 urgenti, da parte degli Stati Uniti, solo nella seconda metà del 2013, mentre a livello globale le richieste sono giunte da 45 paesi, con un aumento del 66%, negli ultimi 24 mesi.

Jeremy Kessel, manager senior di Twitter, ha spiegato in un post, su un blog, che Twitter vuole fornire una trasparenza ancora maggiore e ha inoltrato diversi tipi di richieste per la sicurezza nazionale, evidenziando i colloqui avuti quest’anno sia con l’FBI che con il dipartimento di giustizia americano.

Purtroppo sono giunte solo poche risposte in questo senso.

Twitter ha fatto sapere che c’è stato anche un aumento del 14% sulle richieste di rimozione dei contenuti, per diffamazione o per pubblicazione di contenuti vietati nelle varie nazioni. C’è stato pure un aumento del 38% delle richieste di rimozione dei contenuti per violazione di copyright.

Potrebbe interessarti anche:

You must be logged in to post a comment Login