UA-72767483-1

Mondiali: Maradona attacca Messi, Mourinho lo difende

Filed under Notizie

Durante la finale della Coppa del mondo, Lionel Messi è stato eletto miglior giocatore della competizione, vincendo il Pallone d’oro.

La decisione fortemente contestata, è stata difesa dall’allenatore del Chelsea, José Mourinho.

“Leo non ha bisogno di vincere un Mondiale per essere considerato un grande giocatore”, ha detto il tecnico.

Secondo l’allenatore, Messi si è sacrificato per la sua squadra.

Autore di quattro gol ai mondiali, Lionel Messi ha aiutato la sua squadra ad accedere agli ottavi di finale.

“La squadra nazionale, non è come nei club dove si ha più tempo per lavorare. In nazionale bisogna sacrificarsi. Nel club, le disposizioni tattiche ti permettono di giocare secondo il tuo talento e le tue capacità. In nazionale, bisogna saper accettare di fare l’attore secondario a beneficio della squadra. Leo, ne è stato un esempio”, ha detto Mourinho.

Domenica sera, Diego Maradona, invece, alla televisione venezuelana Telesur, aveva detto che il suo connazionale Lionel Messi non meritava il Oallone d’oro della Coppa del mondo 2014.

“Non è normale che un giocatore vinca questo tipo di trofeo a causa di un piano di marketing”, aveva detto Maradona, specificando: “Io a Leo regalerei il cielo, ma quando quelli del marketing vogliono farti vincere qualcosa che non hai meritato, è ingiusto”.

Maradona è stato Pallone d’oro nel 1986, ai mondiali vinti dall’Argentina per 3 a 2 contro la Germania, in Messico.

A proposito della partita dell’Argentina contro la Germania, nella finale della Coppa del Mondo 2014, Maradona, 53 anni, aveva comunque detto che gli argentini in gara non sono stati inferiori dei tedeschi.

“La Germania ha vinto approfittando di una disattenzione difensiva, ma in nessun momento è stata superiore”, secondo l’ex Pibe de Oro.

You must be logged in to post a comment Login