Super car con pilota automatico: Cruise batte Google

Filed under Tecnologia

Non saranno né Google, né le grandi case automobilistiche a piazzare sul mercato la super car con pilota automatico. La start-up americana Cruise produrrà un veicolo simile a partire dal 2015 e il mezzo può essere preordinato da lunedì.

Cruise non ha messo a punto una vera e propria vettura, ma un kit, il PR-1, compatibile con le Audi A4/S4, avvalendosi del lavoro di un team di ingegneri del Massachusetts Institute of Technology.

Per ora, saranno prodotti 50 esemplari, che potranno circolare solo sulle autostrade della California, dove le strade sono già state mappate.

Il dispositivo è venduto a un prezzo di 10.000 dollari.

Il kit Cruise PR-1 si basa su sistemi di sicurezza già integrati in alcuni veicoli. Non è un’automobile a totale guida automatica, ma rappresenta un passo importante verso il futuro dell’automobilismo.

E’ la prima tecnologia con pilota automatico per autostrada che controlla lo sterzo e la frenata, per garantire che la vettura rimanga nella sua corsia, in sicurezza, e a distanza di sicurezza dalla macchina davanti.

Il kit ha tre elementi fondamentali: il pod sensore, il controllo e il computer. Il pod sensore è l’occhio del veicolo che vede le auto intorno e la strada davanti. E’ montato sul tetto della vettura. Il controllo è il sistema che aggancia e sgancia il pilota automatico, premendo sul pulsante. Il computer è il cervello della tecnologia senza autista ed è posizionato nel bagagliaio della vettura, montato su un lato.

Bastano solo poche ore per montare il kit nella struttura di San Francisco.

La Cruise, una società creata da un gruppo di sole otto persone, per la sua produzione ha ammesso di aver tratto vantaggio dal lavoro già fatto da Google a livello di sensibilizzazione dell’opinione pubblica e di legislazione.

Ma, se Cruise ha messo a punto un kit, Google lavora su delle automobili automatiche costruite da zero, che potrebbero arrivare sul mercato tra il 2017 e il 2020.

Potrebbe interessarti anche:

You must be logged in to post a comment Login