Confort, tecnologia, risparmio energetico, estetica…al Salone Internazionale del Mobile

Filed under Cultura e Società

Come sarà la casa del futuro? Quali saranno i prodotti che entreranno negli ambienti delle nostre abitazioni? Non è difficile immaginarlo, non abbiamo bisogno neanche di troppa fantasia o di andare troppo lontano; la risposta è a Milano, alla 53esima edizione del Salone Internazionale del Mobile, che ha aperto i battenti alla fiera di Rho martedì 8 aprile e li chiuderà domenica 13.

152.300 metri quadrati, più di 20 padiglioni per 1.400 espositori italiani e stranieri, che fanno di questo evento un prestigioso palcoscenico mondiale di tutte le novità della casa, fra il Complemento d’arredo, l’Eurocucina, il Salone Internazionale del Bagno e il Salone Satellite.

autoConfort, tecnologia, risparmio energetico ed ovviamente estetica. Queste le parole chiave che riassumono le nuove tendenze della casa che, in generale, combinano linee sobrie e semplici a materiali sempre più innovativi. Dunque, metalli dagli speciali trattamenti antigraffio e anti-macchia, vengono accostati a marmi e pietre rari e al legno, presente come sempre in tutte le sue declinazioni dal grezzo al lavorato, in un concetto di casa minimal e funzionale ma anche calda e personalizzata, che non disdegna pezzi di design e tocchi di colore.

E le novità tecnologiche? Si notano soprattutto gironzolando negli stands delle grandi case produttrici di elettrodomestici che puntano ad una vita più efficiente, sana e confortevole. In cucina ad esempio, aumentano le prestazioni di lavastoviglie, cappe, frigoriferi e soprattutto piani di cottura e forni con programmi 3D dove si cucinano, su tre livelli, 3 portate o 3 menù contemporaneamente senza mischiare odori e sapori.

Il sogno di tutti? Cucinare senza dover poi pensare all’incombenza della pulizia. Da oggi è possibile con i nuovi forni dotati di sistemi autopulenti. E mentre prende piede l’orto in terrazzo, nella nostra cucina, sarà possibile coltivare le erbe aromatiche tutto l’anno. Accanto alla lavastoviglie infatti, potrebbe trovare posto una serra con luce e temperature adeguate per permetterci di disporre e usare in qualsiasi momento spezie e odori freschi.

Ma non è tutto: accanto all’arredo, al Salone Internazionale del Mobile, non mancano una miriade di altre iniziative ed eventi collaterali legati al mondo del design e dell’architettura. Come lo spazio di confronto dei progetti di 8 fra gli architetti internazionali più conosciuti del momento, dal titolo “Dove vivono gli architetti” che racconta i luoghi e le città dove questi creativi hanno scelto di vivere traendo da loro energia e i nuovi stimoli, che ispirano quotidianamente la loro opera.

(Albani Tatiana)

You must be logged in to post a comment Login